La vita del Social Media Manager è frenetica, si sa ma…

licenza

La vita del Social Media Manager è sfrenata, spericolata, senza orari, nè regole ma come tutti i lavori, se fatto con passione, non “stanca” e dà soddisfazioni.

Chi come me ha la possibilità di viaggiare per lavoro e lo vive come un piacere, si ritiene fortunato. Si vedono posti, annusano profumi, assaporano sapori, ci si confronta continuamente e si conoscono persone nuove.

E nonostante le giornate siano di 24 ore con la passione a volte ci sembra quasi di triplicare la durata di un normale giorno (privandoci naturalmente di tempo libero, svago, attività sportive e quant’altro). Ma si è contenti così.

Le idee che spesso proliferano, i progetti che redigiamo e le ricerche approfondire, unitamente a monitoraggio, esperimenti ed elaborazioni, ci permettono di spingerci sempre oltre, non solo con la fantasia (si spera).

Così dopo averci pensato un pò, ieri pomeriggio su uno dei più diffusi social network e forse quello che uso di più, ho deciso di esprimere la mia idea, lanciando quasi una provocazione:

Ho un “sogno”. Immagino un wall (una sorta di chat pubblica) dove si pongono le domande circa social network sites, comunicazione, marketing e affini e rispondono guru del tipo Mirko Pallera, Rudy Bandiera, Giorgio Taverniti, Massimo Nava, Diego Orzalesi, Michelangelo Giannino, Mauro Facondo, Giandomenico Galatro, Luca Coppola (tutte persone che conosco per nomea, per risorse web, o di persona). Che poi non è utopia. Nel senso che se voglio informazioni circa le conseguenze dell’estrazione di un dente del giudizio (giusto per citare in maniera biografica uno degli ultimi episodi), mi basta digitare su un motore di ricerca la domanda per vedermi restituire risultati che mi rimandano a siti di approfondimento, blog, forum e a volte anche chat dove rispondono medici se sono on line o altri utenti. Ecco perchè non creare un qualcosa del genere per il marketing, la comunicazione e i social? So che ci sono tanti siti, gruppi linkedin, facebook e blog e io immagino una sinergia interattiva ed immediata (qualcuno risponderà prima degli altri e poi confronteremo le risposte, scatenando riflessioni). Che dite?Attendo risposte oltre che proposte!

Naturalmente il post è stato laikkato, commentato e ho conosciuto piattaforme e contest di cui non ero a conoscenza. Quasi tutti, naturalmente, hanno già un proprio canale dove mettono in campo ciò che ho pensato io, ma ciò non è bastato per farmi demordere.

Per usare una citazione, vi propongo quella di Jonathan Mildenhall, che racchiude pienamente il mio pensiero:

Se non c’è spazio per il fallimento, non c’è spazio per la crescita!

Insomma ho deciso che voglio provarci e che voglio tentare la sorte, naturalmente studiando bene costi/risorse/tempi e avvalendomi della collaborazione di quanti vogliono partecipare…

Augurandovi un ottimo inizio mese, spero in ottimi risultati!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>