WhatsApp: i segreti delle spunte

La privacy è una delle cose che ci sta più a cuore. Sia che si tratti di mondo virtuale o reale. Teniamo molto alla protezione dei nostri dati e al modo in cui vengono trattati eppure non evitiamo talvolta, di pubblicare cose personali e geolocalizzazioni che potrebbero giocarci brutti scherzi. Basta pensare a quanti, rapiti dalla felicità delle ferie, dichiarano di partire per le vacanze indicando magari anche i periodi di assenza da casa. Ma in fatto di social network non è più sufficiente stare attenti a disattivare il gps, spulciando le impostazioni del proprio smartphone.

Oggi l’attenzione maggiore deve essere dedicata alle app di messaggistica. Chi di noi non usa Facebook Messenger oppure WhatsApp? Nessuno si risparmia nell’utilizzo di almeno uno dei due. E sono proprio loro i protagonisti delle ultime novità. Già da un pò di tempo su Messenger è possibile visualizzare se uno dei nostri amici è on line. Un pallino verde, unitamente alla scritta Attivo, ci segnala che quella determinata persona è connessa. Adesso però quando non siamo effettivamente connessi, il pallino verde, si colora di bianco per metà. Questo accade quando non siamo più “connessi” da un tempo inferiore ai 60 minuti. Un bel pugno nell’occhio per chi non vuole far sapere come, quando e perchè utilizza Messenger.

Ma i dubbi più frequenti, le domande più bizzarre, i metodi più studiati proliferano in fatto di WhatsApp. Quante volte abbiamo pensato di disattivare l’opzione che permette agli altri di vedere l’ora dell’ultimo collegamento? E ancora, quante volte proviamo a visualizzare messaggi senza che il nostro interlocutore se ne accorga? Inoltre per chi ha dubbi sull’essere stato bloccato o eliminato dai contatti di un amico, la prova del 9 non è solo una. Possiamo visualizzare le informazioni del contatto che immaginiamo ci abbia bloccato, renderci conto che i messaggi che scriviamo non vengono neanche ricevuti (2 spunte) o che non appare più la sua immagine profilo per dedurre che siamo fuori dalla sua lista. Ma non è detta ancora l’ultima parola!

Infatti WhatsApp ha introdotto la possibilità di eliminare ciò che abbiamo scritto, chiedendoci però se vogliamo che venga eliminato solo per noi oppure per tutti gli utenti della conversazione (anche in caso di gruppi). Quando però dopo aver scritto un messaggio, convinti che non sia stato letto perchè non appare la spunta di lettura (le 2 di colore blu), proviamo ad eliminare ciò che abbiamo scritto e il messaggio che ci compare è solo e unicamente “Elimina per me” significa una sola cosa: l’utente ha visualizzato ma non appaiono le 2 spunte verdi di ricezione e lettura.

Sempre più fitta insomma, la rete di informazioni e di trucchi che ci permette di comunicazione solo e quando lo vogliamo noi!

contatori per siti web

Pubblicità Collettiva: nuovi volantini

Si prosegue l’attività di promozione collettiva, con uno o più spazi sui volantini in distribuzione in diverse zone del territorio.

E’ possibile procedere con l’acquisizione di uno spazio (mezza pagina, pagina intera) o intero volantino, con tiratura 5000, 10000 e 15000 pezzi. I nostri addetti al volantinaggio, distribuiscono in maniera scrupolosa il materiale, inserendolo direttamente nelle cassette postali, all’interno dei condomini e raramente li depositano nelle cassette destinate alla pubblicità, all’esterno delle abitazioni.